Biografia/Curriculum

HELENA MANZAN, nata in Brasile, Minas Gerais, il 03 aprile1960, da padre veneto e madre brasiliana.

Laureata in accademia d’arte presso l’Università Federale di Uberlandia, (MG) Brasile, con specializzazione in programmazione visuale.

Dalla fine degli anni ‘90 comincia ad esporre in America ed Europa.

Dalle 2002 si trasferisce definitivamente in Italia dove vive e lavora.

Manzan ha tenuto numerose mostre in Brasile e in Italia, a New York, Londra, Lisbona, e Novosibirsk. Artista presente alla 54° Edizione della Biennale di Venezia, dal 4 giugno al 27 novembre 2011.

Principali Mostre

_2018 – Christmas Group Exhibition_123 works of art by 54 artists. The Engine Room Gallery, Belfast, Regno Unito.

_2018 Novosibirsk graphic art triennal, Novosibirsk State Museum – Russia.

_2017 Sogno e Realtà, Galleria La Nuvola, a cura di Eva Belline, Roma, Italia.

_ 2017 Premio Internazionale Paolo Levi. Palazzo Clerici, Milano, Italia.

_2016 Biennale International Art Meeting, presentata da Vittorio Sgarbi, Milano, Italia.

_2015 Biennale Internazionale D’arte di Palermo, Palazzo Sant’Elia. Palermo, Italia.

_2014 Spoleto Incontra Venezia a cura di Vittorio Sgarbi, Palazzo Falier, Venezia, Italia.

_2013 Archetyp’Art Araguaia, Galleria Elizabeth Nasser, Uberlandia,(MG) Brasile.

_2012 Novosibirsk State Art Museum, International Triennial of Contemporary, Novosinirsk, Russia.

_2012 Energia animale, Testo di Antonio Picariello. Universidade Federal de Uberlandia, Brasile.

_2012 Labirinto e saudade della creazione magica. A cura di Antonio Picariello. Aeroporto Leonardo da Vince, Fiumicino, Italia.

_2011 Padiglione Italia, 54 Biennale di Venezia a cura di Vittorio Sgarbi. Italia.

_2011 Castel dell’Ovo, Terza triennale, Movimento Esasperatismo, Napoli, Italia.

_2010 Back to Italy, a cura di Pietro Campellone. Testo Luca Beatrice. MACI – Museo Arte Contemporanea di Isernia, Italia.

_2009 Artesegno Galleria Arte Contemporanea, Udine, Italia.

_2007 Energia Animale, a cura di Antonio Picariello. Abbazia di Castel San Vincenzo al Volturno (IS), Italia.

_2007 Novosibirsk State Art Museum, International Biennial of Contemporary, Siberia, Russia.

_2007 Castel Dell’Ovo -.“Movimento Esasperatismo Nell’Arte, Napoli, Italia.

_2006 “Minimalia”. Galleria L’Atelier .Napoli, Italia.

_2005 “Isart” MACI – Museo d’Arte Contemporanea di Isernia, Italia.

_2005 Brasilia 45 Anos. Plenário da Câmera dos Deputados. Minas Gerais. Brasile.

_2004 REALISMO ESPIRITUAL, Polo Nautico Navale. Salerno. Italia.

_2003 Rose’s Choise .Museo Internazionale della Musa, Scontrone.Italia.

_2002 Colore del Brasile , Palazzo Annunziata, Sulmona.Italia.

_2002 Premio Agazzi 2002”, Bergamo. Italia.

_2002 Centenario Guglielmo Marconi. Castellaneta. Taranto, Italia.

_2001 Art Expo. Javits Convention Center. New York. Stati Uniti.

_2001 Chiesa San Gregorio al Cielo. Colosseo. Roma. Italia.

_2001 Friuli nel Mondo, Fogolâr Furlan, Roma. Italia.

_2001 Retrospectiva – Plenario da Camera Municipal de Uberlandia. Brasile.

_2000 Equilibri Sociale – Teatro Rossini, Roma. Italia.

_2000 Cheese AL Saints’ Church. Roma, Italia.

_2000 Galleria Logo’s, Roma, Italia.

Collezione

_Museu Edson Queiroz , Fortaleza (CE) Brasile.

_Pinacoteca Guglielmo Marconi,(Taranto) Italia;

_Museo Internazionale della Musa, Scontrone (AQ) Italia;

_Chiesa San Martino, Castel San Vincenzo, (IS) Italia.

_Prefeitura Municipal de Santa Vitoria, Brasile.

_Edson Arantes do Nascimento, (Pelè). Rio di Janeiro, Brasile.

_Comune di Santa Vitoria, MG, Brasile.

_Canning House Library, (London).

_MACI Museo Arte Contemporanea,(IS) Italia.

“Manzan testimonia il passaggio epocale dal mondo analogico al silenzio della
ricerca archetipale. la parola “namastié ” veicola la potenzialità magica di
riconoscimento degli spiriti: “il mio spirito riconosce il tuo spirito”. E’ in questa
sensibile galassia del percepire magico che il respiro interiore dell’archetipo
(amazzonico) si trasferisce nell’incontro tra “io ti avverto” e l’opera che ti contiene.
Qui si tratta di arte sacra e come tale l’urlo interiore dell’artista vibra davanti alla
coscienza sincronica dell’altro che respira l’opera sublime creata da una condizione
ipnotica e di grado elevato entro cui si è collocata, per automatismo magico, la
forza creativa del fuoco centrale dell’artista. Tradotta in espressività percepibile
questa sensibile dimensione che non usa tratteggi storici e formulazioni
scientifiche, veicola l’ unico esclusivo linguaggio ammesso a decodificare i segni
dell’arte. L’opera così si manifesta solo alla predisposizione a alla sintonia
modellata da parte dello spirito di chi riceve attraverso l’ottica il sensibile
archetipale messaggio vitale emesso da Helena Manzan.” Antonio Picariello